La camomilla è una panta originaria del Bacino Mediterraneo, diffusasi nel tempo anche in tutta Europa, in Asia occidentale, India, Siberia, Algeria, nelle Americhe e in Australia. In Italia è frequente trovare dei campi di camomilla soprattutto nei terreni incolti e nelle campagne lasciate al pascolo.
La camomilla comune, appartenente alla famiglia delle Compositae, è una pianta annua le cui infiorescenze (capolini) sono costituite da fiori gialli, tubulari e da fiori bianchi.

Dai fiori della pianta si producono infusi che notoriamente vengono utilizzati per i loro effetti blandamente sedativi. Oltre che alla somministrazione orale, è possibile impiegare preparati di camomilla anche per nebulizzazioni, linimenti anti-stress, impacchi, colliri e collutori.
La camomilla è dotata di buone proprietà anti-infiammatorie, locali ed interne, e costituisce un rimedio calmante tipico dei fenomeni nevralgici quali la sciatica e torcicollo.
Gli estratti di Camomilla sono inoltre ricchi di apigenina, sostanza dalle riconosciute proprietà schiarenti e riflessanti per i capelli biondi.
Nella medicina omeopatica, oltre alle indicazioni già elencate, la camomilla viene consigliata per i problemi associati alla dentizione.
Tra le molte specie di camomilla i laboratori Schultz utilizzano solo la Camomilla Recutita, considerata la migliore e di maggior pregio, assolutamente priva di prodotti chimici indesiderati (residui pesticidi e altri inquinanti) perché proveniente esclusivamente da coltivazioni biologiche certificate (in accordo con il Regolamento 834/07/CE della Agricoltura Biologica).